Follow:
(Things) I love (Things) I think Vita da mamma

Un anno di te: buon compleanno Niccolò

Un anno di te

Buon compleanno Niccolò, oggi festeggiamo un anno di te. Un anno volato così velocemente che non mi sembra vero.

Tu sei il mio secondo bimbo, quello della consapevolezza. E lo scrivo dopo un post di mesi fa in cui raccontavo tutto il contrario. Ma il ticchettio delle lancette dell’orologio, lo scorrere di giorni, poi le settimane ed i mesi che ti hanno reso la meraviglia che sei, mi hanno fatto cambiare la visione delle cose.

Già, man mano che tu cresci io sono sempre più consapevole e forte nel mio essere mamma di quanto non lo sia stata con tuo fratello alla tua età o con te appena sei arrivato fra noi.L’esperienza fa tanto, ma credo che il tuo carattere sia non poco d’aiuto. Tu che ti fai sentire solo quando sei affamato o stanco, tu che sembri capire le bizze di tuo fratello che fra la gelosia ed i suoi quasi tre anni sta attraversando un periodaccio (ma, così come lo sei tu, per me é pur sempre il bimbo più adorabile del pianeta) senza fare mai storie, tu che vuoi sempre incrociare lo sguardo di chi ti é sempre accanto per sentirti al sicuro, anche mentre sei intento a scoprire il mondo o a muovere i tuoi primi passi, barcollando e allo stesso tempo sicuro.

Quello appena trascorso é stato un anno di te che sei stato il mio desiderio più grande, perché se avere il primo bimbo mi faceva tanta paura, dopo l’arrivo del tuo fratellone non ho desiderato altro che averne un secondo subito, perché già lo sapevo che vedervi crescere insieme sarebbe stato ciò che di più bello io potessi immaginare.

Un anno di te vuol dire poco meno di un anno di sorrisi, di sguardi limpidi ed innocenti, di poppate occhi negli occhi mentre mi stringi la mano.

Un anno di te vuol dire un anno in simbiosi perché, benché la tua autonomia a poco a poco stia aumentando, lontano da me ci stai davvero ben poco.

Insomma, tanti auguri Niccolò per il tuo primo compleanno e grazie, perché un anno di te vuol dire tutte queste belle cose (ma anche di più) e dimmi se é poco.

Related:

Post precedente Post successivo

1 Commento

  • Rispondi Mom and Style - Lettera ad un'amica malata. La scrivo a te, nonostante tutto

    […] cosa, avercela con tutti perché nessuno ti capisce. Avresti dovuto essere una delle zie di Noah è Niccolò e invece nemmeno ti conoscono. É ottobre e tu dovresti iniziare a chiedermi incessantemente […]

    10 ottobre 2016 at 14:10
  • Lascia un commento